venerdì 30 agosto 2013

Il Berlusconismo il nuovo virus che colpisce gli italiani

L' Italia e gli Italiani in festa, hanno beccato Mister B con le mani nella marmellata, proprio come si fa con i Bambini. Ieri infatti è stata resa nota la motivazione della sentenza che ne  ha portato alla condanna per frode fiscale. Qualcuno ha accostato questo evento alla cattura di Al Capone.


Sulla questione non mi permetto di giudicare non avendo le capacità tecniche e professionali per poterlo fare. Ma mi ha fatto sorridere tutto questo giubilo. Tutto il sistema web 2.0 in festa La cosa che mi ha lasciato interdetta, in quanto ho visto esultare persone che fanno della morale quando, hanno fatto e fanno quello che ha fatto Mister B, forse con ammontare economici più bassi ma di sicuro lo ha fatto.



Anche perché dall'altro canto  non si spiegherebbero i dati forniti  dalle agenzie preposte, ed organi di controllo sul sistema degli illeciti. Si legge infatti che gli italiani che dichiarano e versano zero tasse rappresentano il 27 per cento della popolazione e che in Base ai Dati della Banca d'Italia ogni anno in Italia si evadono 180 miliardi di euro di tasse, comprendendo anche l’Iva.
E questo è solo alcuni dati.
Il falso moralismo è un qualcosa che non ho mai capito nè condiviso, come non condivido la truffa o i mezzucci. 



Per non parlare  della Pubblica amministrazione e dei lavoratori della PA che, come hanno mostrato tv giornali, usano mezzucci per non andare al lavoro e usano ore di lavoro per fare compere, o anche favori che si chiedono per far avere un voto in più per il figlio maturando.... Pensando a  questo che a questo punto visto che chi lo ha creato ( a quanto si legge), è il SiSTEMA BERLUSCONI   mi viene in mente questa frase della Bibbia detta da Gesù " Chi di voi è senza peccato, scagli per primo la pietra contro di lei». E, chinatosi di nuovo, scriveva in terra. Essi, udito ciò, e accusati dalla loro coscienza, uscirono a uno a uno, cominciando dai più vecchi fino agli ultimi; e Gesù fu lasciato solo con la donna che stava là in mezzo. Gesù, alzatosi e non vedendo altri che la donna, le disse: «Donna, dove sono quei tuoi accusatori? Nessuno ti ha condannata?» Ella rispose: «Nessuno, Signore». E Gesù le disse: «Neppure io ti condanno; va' e non peccare più»" (Giovanni 8:7-11)."


Troppe volte mi sono trovata in situazioni durante le quali, ho incontrato persone che si definivano eticamente perfette, chiedere dei piaceri per amici parenti amanti. So benissimo che non è una giustificazione, è vero  non si deve essere legittimati a compiere una cattiva azione perchè l'ha compiuta un'altra persona, ma è pur vero che prima di parlare forse ci si dovrebbe fare un piccolo esame di coscienza.